La costruzione di un modello di reporting verte sulla definizione di:

• dimensioni di controllo: dimensioni rilevanti rispetto alle quali le informazioni vengono misurate
• gli oggetti di controllo: sono le entità di misurazione (che cosa viene misurato)
• frequenze di misurazione: ogni quanto l’oggetto viene misurato
• tempestività di misurazione: entro quando la misura deve essere disponibile
• destinatari dell’informazione: chi vede l’informazione
• regole di misurazione: algoritmi di calcolo e struttura “basi dati”

Il modello di reporting permette di :

• analizzare il conto economico gestionale
• analizzare i ricavi
• analizzare i costi
• analizzare i margini

Studio ST può dare supporto alle aziende sue clienti, sia nella fase di disegno che in quella di attuazione del modello di reporting.

Non chiudete la stalla quando ormai i buoi sono scappati: cercate di capire se e quanto le cose vanno bene (o male) prima che sia finito l’anno, altrimenti tutto quello che vi resta da fare è: prenderne atto!

Non credete che ogni decisione debba essere supportata da informazioni?
Non siete convinti che prima capite come vanno le cose, più tempo avete per intervenire?
Cercate allora di conoscere per governare e subirete il meno possibile!